Cos'è la detrazione fiscale?

Chi sostiene spese per i lavori di ristrutturazione edilizia, compresa l’installazione di un impianto fotovoltaico, può fruire della detrazione d’imposta Irpef pari al 50% per le spese sostenute fino al 31 dicembre 2017 e si calcola su un limite massimo di spesa di 96.000 euro per unità immobiliare.
La detrazione Irpef prevede il recupero del 50% della cifra totale (IVA inclusa) investita per l’acquisto dell’impianto fotovoltaico, mediante sgravio fiscale, recuperabile in 10 anni.

 

Per poter beneficiare della detrazione fiscale (ex. Art. 16-bis del DPR 917 del 1986) è fondamentale che il cliente effettui i pagamenti mediante Bonifico Bancario o Postale dedicato, da cui devono risultare la causale del versamento, il codice fiscale del soggetto che effettua il pagamento e il codice fiscale o numero di partita iva del beneficiario del pagamento.
Per usufruire della detrazione è sufficiente indicare nella dichiarazione dei redditi i dati catastali identificativi dell’immobile e, se i lavori sono effettuati dal detentore, gli estremi di registrazione dell’atto che ne costituisce titolo autorizzativo (per qualunque delucidazione in merito all’ottenimento della quota detraibile si rimanda al parere di un esperto del settore).

 

Occorre inoltre conservare ed esibire a richiesta degli uffici i seguenti documenti:

 

  • Le abilitazioni amministrative in relazione alla tipologia di lavori da realizzare (concessione, autorizzazione o comunicazione di inizio lavori). Se queste abilitazioni non sono previste è sufficiente una dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà in cui deve essere indicata la data di inizio dei lavori e attestare che gli interventi di ristrutturazione edilizia posti in essere rientrano tra quelli agevolabili.
  • Domanda di accatastamento per gli immobili non ancora censiti.
  • Ricevute di pagamento dell’Ici, se dovuta.
  • Delibera assembleare di approvazione dell’esecuzione dei lavori e tabella millesimale di ripartizione delle spese per gli interventi riguardanti parti comuni di edifici residenziali conviventi, dichiarazione di consenso del possessore all’esecuzione dei lavori.
  • Comunicazione preventiva contenente la data di inizio dei lavori da inviare all’azienda sanitaria locale, se obbligatoria secondo le disposizioni in materia di sicurezza dei cantieri.
  • Fatture e ricevute fiscali relative alle spese effettivamente sostenute.
  • Ricevute dei bonifici di pagamento.

Spetta al cliente finale l’inserimento dell’importo annuale da inserire come detrazione nell’apposito modello IRPEF.

 

Fotovoltaico Accumulo dell'energia Impianti led Come risparmiare energia
profilo facebook di ElmecSolar profilo Houzz di ElmecSolar profilo Twitter di ElmecSolar profilo Linkedin di ElmecSolar
login

Questo sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner o continuando la navigazione sul sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.